martedì 23 gennaio 2018

I vitalizi nelle Regioni. Dichiarazione presidente Iacop



ASSEMBLEA PLENARIA A UDINE. APPROVATO ORDINE DEL GIORNO IN MATERIA DI VITALIZI.

La Conferenza dei Presidenti si è riunita oggi a Udine nella sede della Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia. Erano presenti i Presidenti: Giuseppe Di Pangrazio (Abruzzo), Roberto Bizzo (Provincia di Bolzano), Nicola Irto (Calabria), Rosetta D’Amelio (Campania), Franco Iacop (Friuli Venezia Giula), Raffaele Cattaneo (Lombardia), Antonio Mastrovincenzo (Marche), Gianfranco Ganau (Sardegna), Eugenio Giani (Toscana), Bruno Dorigatti (Provincia di Trento), Donatella Porzi (Umbria)
Durante la seduta, ospitata e coordinata dal Presidente Iacop, è stato approvato il seguente ordine del giorno in materia di vitalizi:

La Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, riunita in Assemblea plenaria a Udine il 22 gennaio 2018
PREMESSO che
- tutte le Regioni nel 2012 hanno abolito l’istituto del vitalizio;
- nell’ambito delle misure di contenimento dei costi della politica nelle Regioni, l’art. 2, comma 1, lettera m) del D. L. n. 174/2012, convertito con modificazioni dalla L. n. 213/2012, ha ridefinito in senso fortemente restrittivo i criteri di accesso all’assegno vitalizio per l’attività svolta in qualità di consigliere regionale;
- a seguito di tale intervento normativo, tutte le Assemblee sono intervenute con proprie leggi regionali di manutenzione degli istituti in essere per ciò che concerne il trattamento
economico dei Consiglieri regionali, a partire dall’abrogazione dell’Istituto del vitalizio per le legislature successive all’approvazione delle leggi regionali;
- i Presidenti hanno ritenuto opportuno poter individuare, in relazione a questa tematica molto sensibile per l’opinione pubblica, alcuni parametri comuni per le Regioni allo scopo dichiarato di disporre di un quadro interregionale omogeneo in riferimento alle situazioni in essere;
- ciò ha portato in data 10 ottobre 2014 all’adozione da parte della Conferenza di un ordine del giorno (n.08/2014) contenente “Linee guida sull’istituto dell’assegno vitalizio”, con cui sono state previste alcune misure per la riduzione temporanea e circostanziata dei vitalizi relativamente al triennio 2014(5)-2017(18);
CONSIDERATO che
- le predette Linee Guida sono state recepite in molte Regioni a cavallo tra il 2014 ed il 2015, le quali hanno così adottato le misure temporanee di decurtazione degli assegni vitalizi ivi previste per il triennio successivo richiamandosi ai contenuti del citato Ordine del giorno;
- in alcune Regioni gli interventi adottati sono giunti a scadenza a dicembre 2017 ed in altre esauriranno i loro effetti nel corso del corrente anno;
- da più parti è stata già manifestata la

IRONMAN 70.3 Edinburgh, Scotland

lunedì 4 dicembre 2017

Iacop a Conferenza europea sulla sussidiarietà


Il Bundesrat, la seconda Camera del Parlamento austriaco, ha ospitato l'ottava Conferenza europea sulla sussidiarietà, un appuntamento periodico che si pone come obiettivo il costante monitoraggio della sussidiarietà nella pratica delle prospettive dei Parlamenti nazionali dell'Unione.
A moderare una delle quattro sessioni è stato il presidente del Consiglio regionale del FVG Franco Iacop, componente del Comitato delle Regioni e vicepresidente di una delle sue Commissioni, la Civex, che si occupa di cittadinanza, governance, affari istituzionali ed esteri.
Iacop ha posto l'accento sulla necessità fare un quadro generale il più aggiornato possibile su come si è evoluto il rapporto dei Parlamenti nazionali degli Stati membri riguardo al principio di sussidiarietà, cosa è cambiato in termini pratici, se sono stati modificati i regolamenti parlamentari, se sono stati attuati accordi di collaborazione con i Parlamenti regionali.
Il presidente ha quindi chiesto ai delegati convenuti a Vienna un loro giudizio sugli strumenti che ogni Parlamento ha adottato per raggiungere i risultati sperati, le proposte sul tavolo e come si sta sviluppando la cooperazione interparlamentare con le Assemblee legislative regionali.

Rispetto a una prospettiva che veda un reale sviluppo del principio di sussidiarietà - ha concluso Iacop - è necessario un sempre più proficuo dialogo politico tra i Parlamenti regionali e le istituzioni comunitarie e, più in generale, tra tutti i livelli. Solo così l'Europa potrà edificare uno spazio di solidarietà all'interno del quale non possono essere solo alcuni a portare il peso, mentre altri si arroccano a difesa di posizioni privilegiate. La solidarietà, infatti, viaggia insieme all'altro principio cardine, quello della sussidiarietà, che riguarda i rapporti tra l'Europa, gli Stati e le Regioni.

Nela foto di gruppo il presidente Iacop con Karl-Heinz Lambertz, Presidente del Comitato europeo delle regioni, il senatore Vannino Chiti e il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo.

Da: (ACON) Vienna (Austria), 4 dic - COM/AB - 

giovedì 16 novembre 2017

2017 Miyazaki ITU World Cup - Elite Men's Highlights

Un Da Vinci da 450 milioni di dollari

POSIDONIA OCEANICA: Prendiamocene cura -LIFE SEPOSSO

Norcia: Iacop su ricostruzione, solidarietà dalla filiera del legno FVG

(ACON) Norcia, 16 nov - COM/AB - Il presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia Franco Iacop, con alcuni rappresentanti della Filiera del legno FVG, ha portato l'esperienza maturata all'indomani del sisma del 1976 in occasione della tavola rotonda "Il Legno è", sull'uso del legno in edilizia, che si è tenuta nel Padiglione delle esposizioni di Norcia.
Un appuntamento grazie al quale sono stati approfonditi i diversi aspetti di una ricostruzione attraverso il legno e sono stati messi in evidenza i benefici che ne derivano, sia in termini di sicurezza che architettonici.
La solidarietà del Friuli Venezia Giulia con le zone del centro Italia colpite dal terremoto è stata immediata - ha ricordato Iacop - perché da parte nostra vi è una sensibilità particolare dovuta all'aver già vissuto quei tragici eventi. Ma anche la Conferenza dei Consigli regionali (di cui Iacop è coordinatore) ha risposto in modo concreto e, grazie alla raccolta fondi di cui si è fatta promotrice, è stato possibile intervenire anche nell'area umbra.
La scelta del legno come tecnica di ricostruzione che oggi l'Umbria sta applicando - ha aggiunto Iacop - per il post terremoto del Friuli non è stata immediata, ma con il passare del tempo e l'affinarsi delle tecnologie è stata adottata anche nella nostra regione, perché è una scelta di sicurezza antisismica e di compatibilità ambientale.
La solidarietà del Friuli Venezia Giulia alle zone terremotate non mancherà mai - ha concluso Iacop - così come non mancheranno momenti di fattiva collaborazione.
E un esempio di questa collaborazione è dato dalla stalla costruita e donata a quelle zone dalla Filiera del legno FVG (presente a

giovedì 19 ottobre 2017

"La storia di un uomo solo" Donato D'aiuto presenta il suo nuovo Libro

Eventi, presentazione del libro "La storia di un uomo solo", di Donato D'Aiuto - Graus Editore, che si terrà in Napoli, Piazza Vanvitelli 10/A, presso la libreria Mooks, il 14 novembre 2017 alle ore 18:00.

Ne parlerà con l'Autore la giornalista Bianca Fasano.

da:
ASSOCIAZIONE GIORGIO AMBROSOLI SALERNO

https://giorgioambrosolisalerno.wordpress.com


Editore:Graus Editore
Collana:Gli specchi di Narciso
Data di Pubblicazione:giugno 2017
EAN:9788883465819
ISBN:8883465814
Pagine:48
Formato:brossura

Lavoro: Panariti, Agenzia Fvg unico referente domanda/offerta

venerdì 13 ottobre 2017

Iacop, presentati a Roma i dieci progetti a favore di comuni delle zone terremotate del centro-Italia

(ACON) Roma, 5 ott - COM/AB - Sono stati presentati oggi a Roma i dieci progetti, per un ammontare complessivo di 1.092.182,93 euro, a favore di comuni delle zone terremotate del centro-Italia che sono stati finanziati grazie a un contributo straordinario della Conferenza dei presidenti di Consigli regionali. A illustrarli, il suo coordinatore Franco Iacop, presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, alla presenza dei colleghi di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, le regioni colpite dal sisma.Iacop ha messo in evidenza il senso di questa raccolta straordinaria, improntata a sostenere con concretezza i progetti presentati dai sindaci. "Alla solidarietà degli italiani si è aggiunta quella delle istituzioni - ha affermato - pronte ad avviare la ristrutturazione dei luoghi danneggiati, ma anche a incentivare la ripresa delle attività. Sono stati individuati elementi peculiari di ogni territorio nel campo del turismo, dell'artigianato, dell'enogastronomia, per incrementare una nuova vitalità e favorire lo sviluppo locale".
"Si tratta di iniziative complementari a quelle nazionali più corpose - ha aggiunto Iacop - e si basano sulle esigenze espresse dai sindaci che sono interpreti dei bisogni delle comunità. In un tempo ragionevole, solo un anno, quanto raccolto è andato oltre le aspettative, grazie ai contributi stanziati dal Fondo di solidarietà e a quelli volontari dei consiglieri. L'impegno prosegue, come ad esempio con il ministero dei Beni culturali, per individuare il patrimonio culturale danneggiato, ovviamente messo in secondo piano rispetto alle emergenze".
I comuni destinatari di questi progetti sono: Abruzzo: Campotosto, Crognaleto; Lazio: Accumoli, Amatrice; Marche: Visso-Ussita-Castelsantangelo sul Nera; Umbria: Cascia, Perugia (Norcia), Norcia (Frazione di Ancarano), Preci.